Vai al contenuto
Home » Amarsi

Amarsi

L’altro giorno mentre leggevo un libro, mi sono imbattuta in questa frase, che mi ha colpita molto e mi ha fatto riflettere:

“fare l’amore con l’altro senza Amarsi, non è fare l’amore, è cercare l’Amore”.

Quante volte, spinti dalla nostra ferita di abbandono, e quindi dal bisogno di essere amati, ci uniamo a persone che crediamo ci possono dare amore, ma dopo che li abbiamo frequentati, invece di sentirci nutriti, “riempiti” da un qualcosa, ci sentiamo svuotati, non appagati.

Amarsi veramente non è facile, perché uno confonde l’infatuazione con il vero amore. In alcuni casi, una relazione parte in quarta, ma poi si sgonfia, ed una persona rimane delusa e pensa che l’anima gemella non esiste.

Ora va un po’ di moda la tematica dell’anima gemella. Ma chi è veramente?

Io penso che sia colei o colui che ti fa da specchio, che ti mostra chi veramente sei, nel tuo aspetto di ombra e di luce. Ti fa comprendere che l’amore parte dall’amore per se stessi e la completa accettazione del nostro Essere.

Il nostro Essere ha un animo molteplice, come afferma Roberto Assagioli, noi siamo fatti da tante parti, che lui chiama Subpersonalità, Assagioli affermava invece che “un uomo ha tanti Io quanti sono i gruppi di persone della cui opinione egli si preoccupa”.

In Psicosintesi oggi ho trovato questo, riguardo alla teoria delle subpersonalità:

  • BISOGNI VITALI: ogni subpersonalità incarna bisogni vitali che devono essere soddisfatti. Se represse, le subpersonalità divengono sempre più aggressive. Cercare di eliminarle è una tra le strategie più sbagliate.
  • FUNZIONE FILTRO: ogni subpersonalità ci permette di percepire solo gli elementi con essa compatibili.
  • CAMPI MAGNETICI: ogni subpersonalità possiede una carica elettromagnetica come ogni cosa presente nell’universo (metafora energetica). Tutto ciò che facciamo nel quotidiano carica e scarica detto campo elettromagnetico, determinando attrazioni e repulsioni.
  • ALBERO GENEALOGICO: subpersonalità come cadeau che scendono giù dagli alberi genealogici nei termini di subpersonalità potenziali e potenzianti.

Non è facile Amare, non è facile comprendere il vero amore. Nella nuova era, l’amore sarà veramente l’unione della nostra parte femminile con quella maschile, sarà l’unione con l’altro su tutti i livelli, l’altro che ti mostra chi veramente sei, ma ti accetta ed accoglie tutti i tuoi aspetti, e che insieme, camminate alla scoperta del mondo interiore, ma soprattutto la riconnessione con la propria Anima. E’ il tempo del risveglio, è il tempo di una nuova consapevolezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Help Chat
Send via WhatsApp